Sanremo, FantaSanremo e Sanremo social: l’impatto della rete sul Festival

Pubblicato il: 3 Febbraio 2022Categorie: News0 CommentiTempo di lettura: 5,5 min

Siamo giusto a metà di quella che ormai tanti chiamano la Settimana Santa, ovvero la settimana del Festival di Sanremo.

Il Festival è un evento che accompagna da 72 anni la vita delle famiglie italiane: Focus, un paio di anni fa, gli ha dedicato un bell’articolo che ne ripercorre la storia tra scandali, polemiche e musica.

Sì, perché Sanremo non è solo musica ma è anche tutto quello che gli gira intorno.

In particolare, le ultime edizioni hanno visto crescere e rafforzarsi il rapporto tra Festival e social network, tra Festival e rete, arrivando al punto che ormai si può seguire Sanremo senza neppure guardarlo.

Gli organizzatori del Festival lo hanno ben capito e infatti puntano molto sui canali social per aumentare l’hype intorno alla manifestazione e coinvolgere anche il pubblico più giovane.

I dati auditel confermano che anche i più giovani, per il Festival, tornano su RaiUno, un canale con un pubblico di solito più maturo, ma il merito non è certo solo dei canali e delle iniziative ufficiali.

Quello che fa da cassa di risonanza enorme al Festival sono soprattutto le iniziative parallele nate o sviluppatesi sui social.

Come seguire Sanremo sui social

Qua in LGC non riusciamo più ad immaginare un Sanremo senza Twitter, che probabilmente è il social che più di tutti si presta a condividere meme e commenti  in tempo reale sui grandi eventi.

Non solo #Sanremo2022 è in tendenza nel corso del Festival ma anche tutta una serie di hashtag ad esso collegati.

tendenze twitter sanremo

Gli hashtag in tendenza su Twitter dopo la seconda serata del Festival di Sanremo

Anche TikTok punta molto sui video creati dai propri utenti sotto l’hashtag Sanremo2022. The Jackal quest’anno hanno scelto proprio questa piattaforma per proporre il loro show live “Stasera Sanremo” dove raccontano il Festival insieme ai loro ospiti. Ciro Priello dei The Jackal è stato inoltre promosso come conduttore del PrimaFestival Sanremo 2022 insieme a Roberta Capua e Paola Di Benedetto: un bel salto per il creator, da Youtuber a conduttore di Rai Uno.

Spotify punta ovviamente su podcast e playlist ad hoc selezionate da influencer vari. Prodotto direttamente da Spotify Studios, è il podcast “Tutte le volte che – Sanremo Edition” condotto da Alice Venturi e Camihawke che, ogni mattina, ci raccontano la loro versione del Festival.

Restando in tema podcast, non si può non citare “L’ineluttabile podcast del Post su Sanremo” condotto da Matteo Bordone con alcuni colleghi della redazione del Post: appuntamento giornaliero consigliato a chi vuole un commento schietto e sincero sulla serata precedente.

Su Twitch, invece, i “vecchi” fan di Mai dire Gol festeggiano per il gradito ritorno della Gialappa’s band (anche se in versione duo), che commenta il Festival sul proprio canale insieme al compositore e produttore discografico Vittorio Cosma e altri ospiti.

Per gli amanti di Clubhouse l’appuntamenti è su SanROOM per i commenti, mentre su Facebook e Instagram ritorna il rodato format “Citofonare Passoni” di Diego Passoni, conduttore e DJ di Radio DeeJay, che, durante la serata, commenta il Festival con artisti, esperti TV, amici e influencer.

Non sono veri propri social, ma anche le app di messaggistica sono travolte dal fenomeno Sanremo visto il moltiplicarsi dei gruppi Telegram a tema Festival.

Sanremo e il FantaSanremo

Un paragrafo a parte merita il fenomeno del FantaSanremo, un gioco online nato in sordina qualche anno fa da un’idea di alcuni ragazzi marchigiani.

Liberamente ispirato ai meccanismi del fantacalcio, il FantaSanremo è una sfida tra squadre composte da 5 cantanti ciascuna. Chiunque può creare una squadra, basta accedere al sito e registrarsi. L’unico limite è il budget di 100 Baudi (la moneta del gioco) a disposizione per acquistare i cantanti, secondo un rigoroso listino prezzi.

Ogni cantante, in base alla sua esibizione e a svariati punti di bonus o di malus, fa guadagnare o perdere punti alle squadre che lo hanno acquistato e che si sfidano sia in un campionato generale che in vari sotto campionati (denominati leghe).

Questa iniziativa è cresciuta nel tempo fino al boom dell’anno scorso e alla consacrazione di quest’anno.

Questa edizione vede sfidarsi 499.968 squadre e gli stessi cantanti in gara arrivano a supportare palesemente i fanta-giocatori facendo sul palco determinate azioni per far guadagnare punti alle squadre che li hanno schierati.

Michele Bravi, cantante in gara, ha addirittura una sua squadra di FantaSanremo e ci ha giocato molto sui social, sfidando apertamente altri cantanti (vedi alla voce Sangiovanni) a chi accumulava più punti.

Quest’anno la fanta-febbre ha contagiato anche noi di LGC, come forse già sai se ci segui su Instagram (e se non lo fai, che aspetti?).

La sfida al FantaSanremo è molto sentita, al punto da meritarsi la creazione di un gruppo Telegram dell’ufficio dedicato esclusivamente ai commenti sul Festival.

La mattina ormai i primi commenti sono sulla classifica, anzi, sulla fanta-classifica, tanto da realizzare, ad un certo punto, che ci si sta dimenticando della gara canora.

Perché parliamo di Sanremo e di Sanremo social?

Innanzitutto, perché ci piace, lo guardiamo, lo commentiamo e giochiamo al FantaSanremo.

E poi perché Sanremo è decisamente diventato un fenomeno social, anzi, azzardiamo a dire che il grande successo in termini di ascolto è dovuto anche alla cassa di risonanza che la rete gli dà.

Come agenzia di comunicazione non possiamo che riflettere sui meccanismi che si innescano sui social e grazie ai social e su come i grandi eventi possano trarne beneficio.

Ne riparleremo (stay tuned 😉 ) nel frattempo buon Festival di Sanremo a tutti.

Valentina Torre

 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Condividi questo post! Scegli la piattaforma:

Lascia un tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.