In una buona strategia di comunicazione c’è sempre pronto un piano in caso di crisi. A quello che sta succedendo in questi giorni però quasi nessuno poteva essere preparato. L’avvento del Corona Virus inevitabilmente ha cambiato la quotidianità di tutti noi, nella vita e nel lavoro.

Cosa fare in questi casi?
In effetti ovviamente non c’è una “letteratura” in merito, per una volta forse la cosa giusta è lasciarsi un po’ andare. Ai nostri clienti abbiamo consigliato onestà e trasparenza: dire le cose come stanno, raccontare le precauzioni prese (un curioso esempio di storytelling ai tempi del Covid-19), ricordare l’importanza di restare nelle proprie case e magari anche la difficoltà a rispettare una scadenza. Non è una buona scelta neanche fare finta di niente e lasciare invariato il piano editoriale: dà la sensazione di distacco dalla realtà. Nella comunicazione, soprattutto in questi casi, l’umanità ripaga sempre.

In questo momento di estrema difficoltà del nostro Paese, immersi in un’emergenza sanitaria senza precedenti, vorrei sottolineare una volta di più l’importanza della comunicazione. Dobbiamo essere tutti più responsabili, sia a livello di impresa, evitando inutili polemiche contro chi ha l’onere di prendere decisioni in questa situazione (anche se sfavoriscono la vostra attività), sia sui profili personali dei social network, assicurandosi di pubblicare e condividere contenuti precisi e da fonti affidabili. Non è superfluo ricordare che in fondo si tratta della salute dei vostri clienti, dei vostri collaboratori e dei vostri cari.